Comune di Civitella in Val di Chiana
Comune di Civitella in Val di Chiana medaglia d'oro al valore civile
domenica 21 ottobre 2018  Meteo Meteo

Autentica firma, foto e copie

Per ottenere le seguenti autenticazioni è necessario recarsi allo Sportello Polifunzionale del Comune.
ORARIO: dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00; giovedì dalle ore 8.30 alle ore 18.00

Autentiche di copia, di foto e di firma

Presentazione di istanze e di procure alla P.A. e a soggetti assimilati

Presso i servizi demografici il cittadino potrà eseguire tutte le "autentiche" previste dalla legge e ricevere le informazioni specifiche per ognuno degli atti che seguono, oltre ad avere il fac simile dei modelli da compilare.
Gli atti che possono essere eseguiti sono:


1) Autentica di copia

Il dipendente incaricato dal sindaco può dichiarare la conformità all'originale, che deve sempre vedere (altrimenti compie un falso), di qualsiasi copia di documento, anche scritto in lingua non italiana o anche di tipo grafico informatico o telematico.

Il cittadino può auto dichiarare la conformità all'originale mediante una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.


2) Legalizzazione di foto

Il dipendente incaricato dal sindaco può autenticare delle foto presentate personalmente dall'interessato. Di norma questa autentica, che la norma definisce: "legalizzazione di fotografia", consiste nel generalizzare la persona che presenta la foto collegando la foto alla sua identità.
Il cittadino può richiedere la legalizzazione di foto e se è privo di qualsiasi documento di identità o riconoscimento la legalizzazione può essere effettuata con l'assistenza di due testimoni fidefacenti, chiaramente costoro devono essere "affidabili" e vanno identificati e generalizzati.

3) Autentica di firma

Le autentiche di firma sono, di norma, una operazione rimessa ai notai. Alcune leggi permettono che le autentiche di firma, solo per determinati casi specifici, siano eseguite anche dai funzionari comunali.
Chiaramente i funzionari comunali non possono autenticare contratti di compravendite immobiliari o procure generali o atti ordinari e straordinari di autonomia negoziale.
Se lo facessero, pensando così di rendere un servizio al cittadino, in realtà gli creerebbero un danno, in quanto la loro autentica sarebbe nulla, per incompetenza funzionale, e l'atto sarebbe una semplice scrittura privata.
Ecco perché è necessario che l'autentica di firma venga eseguita sempre dopo la corretta compilazione dell'atto da autenticare e dopo che il funzionario l'abbia letto in modo attento al fine di comprendere se la funzione che riveste contempla l'autentica richiesta.
Autenticare la firma senza leggere cosa si sta autenticando è assolutamente sconsigliato; autenticare la firma "in bianco", cioè senza che questa sia posta sotto una dichiarazione o istanza o atto è un falso ed è assolutamente vietato.
Le autentiche di firma, proprio per la necessità di analizzare il testo, possono essere fatte solo in lingua italiana; ricordiamo infatti che solo in alcune regioni o provincie autonome, delle leggi costituzionali permettono l'uso di alcune lingue diverse da quella italiana.
Le autentiche che possono essere eseguite sono:
• Autentiche di firma ordinarie.
• Dichiarazioni e istanze di chi non sa o non può firmare.
• Autentiche di firma in materia elettorale.
• Autentiche di firma in materia di adozione internazionale.
• Autentiche di firma per atti previsti nel codice di procedura penale.
• Autentiche di firma sulla busta contenente la scheda di votazione per l'elezione degli organi di ordini professionali.
• Autentiche di firma per quietanze liberatorie relative al pagamento di assegni emessi senza provvista dopo la scadenza del termine di presentazione.
• Autentiche di firma in materia di passaggi di proprietà di beni mobili registrati.

Presentazione di istanze e di procure alla P.A. e ad enti assimilati

L'art. 38 del DPR 28-12-2000 n. 445 prevede che nessuna istanza o dichiarazione sostitutiva da inviare o presentare alla P.A. o ai soggetti assimilabili, sia autenticata; devono però avere in allegato una copia di documento di identità del sottoscrittore o essere sottoscritte dinnanzi al dipendente a cui andranno presentate.

Dopo diversi dubbi interpretativi, una recente modifica normativa ha previsto che tutte le procure da inviare alla P.A., anche quelle in materia di stato civile, potranno essere presentate senza autentica, che invece rimane per le deleghe di riscossione di benefici economici.

 


Comune di Civitella in Val di Chiana - 52041 Badia al Pino (AR) Via Settembrini, 21 - Telef. 05754451, Fax 0575445350
E-mail: comune@civichiana.it, PEC civichiana@postacert.toscana.it, IBAN: IT65C0103071451000000135112, CF e PI: 00259290518

Note legali | Privacy

Powered by Artel S.p.a. - http://www.ar-tel.it