Comune di Civitella in Val di Chiana
Comune di Civitella in Val di Chiana medaglia d'oro al valore civile
venerdì 19 ottobre 2018  Meteo Meteo

La Strage nazifascista del 29 giugno 1944 Fotografie e MonumentiVideoDocumentiIl campo di concentramento “Villa Oliveto”

Ricerca
 
Titolo
Descrizione
Data dal
Data al
Archivio
Fondo
Fascicolo
Faldone
   


Documentazione raccolta dalla procura militare di La Spezia nel corso dei procedimenti giudiziari a carico dei responsabili della strage nazifascista del 29 giugno 1944
  • Istruttoria a carico di Grun Werner ed altri per omicidio (strage avvenuta il 29.06.1944 in Civitella) Prot. StA Dortmund 45 Js 1/04. Tesserino militare di Max Milde
    Visualizza scheda

  • I sottoscritti ufficiali di P.G. effettivi al reparto in intestazione, Ten.Col. CC. Roberto D'EllA e il V.Brig. CC. Sandro ROMANO, riferiscono al Sig. Procuratore Militare della Repubblica di La Spezia che il giorno 26.03.2004, in occasione dell'interrogatorio del Signor MILDE Max, avvenuto in BREMA (D) nell'ambito della rogatoria nr. 05/04/mod. 40 relativa al procedimento nr. 62/02/RNR, il Milde consegnava spontaneamente al KHK Willms un Soldbuch della Luftwaffe (libretto paga e matricolare) che veniva acquisito dall'organo di P.G. germanico. Si riporta copia del tesserino militare.
    Visualizza scheda

  • Persone indicate come possibili autori dei reati di strage su cui indaga la Procura di La Spezia
    Visualizza scheda

  • Rapporto nominativo delle perdite. Elenco di Ufficiali, Funzionari, Sottufficiali e Truppa a.) Caduti o feriti davanti al nemico h.) Decessi fuori dall'ospedale militare (curati sul campo) c.) Dispersi (oppure prigionieri) che sono stati consegnati alle Autorità locali oppure case di cura del nemico per sottoporsi a delle cure.
    Visualizza scheda

  • Atti del Processo SCHMALZ, 1948. Testimonianza di SCHMALZ relativamente all'incarico ricevuto da Goering nel '44 e all'arrivo in Italia nella zona tra Lucca e Pisa.
    Visualizza scheda

  • Dichiarazione giurata di Hermann ULMER, avvocato in Norimberga: allorché il generale WiJhelm Schmalz era comandante della Divisione "Hermann Goring" in Italia, egli era giudice presso la Divisione. L' indicazione riguarda il periodo da marzo ad agosto 1944. Ulmer riferisce riguardo al comportamento di Schmalz verso la popolazione civile.
    Visualizza scheda

  • Accusa di violenze e omicidi contro privati cittadini italiani. Schmalz è detenuto a Roma e presente in aula. Interrogatorio.
    Visualizza scheda

  • Elenchi di persone indagate per crimini commessi nei riguardi della popolazione civile in varie parti d'Italia. Sono riportate le date di nascita, il ruolo nell'esercito, una breve storia successiva ai fatti.
    Visualizza scheda

  • Il documento è interamente in tedesco e contiene, oltre alla descrizione, anche alcuni disegni sullo schieramento delle compagnie e dei mezzi militari.
    Visualizza scheda

  • Il documento tratta in particolare di Cornia, di San Pancrazio e di altre fazioni intorno a Civitella. Sono forniti dati sui militari presenti e sul sospetto rapporto di alcune persone del luogo con i partigiani.
    Visualizza scheda

  • Elenco, fotografie e lettere di persone intervistate dalla Kohl. Tra esse anche l'intervista a Max Milde. Tutti i documenti sono stati consegnati alla Procura di La Spezia.
    Visualizza scheda

  • Elenco con dati anagrafici e ruolo nell'esercito tedesco degli appartenenti al corpo musicale della divisione paracadutisti corazzati "Hermann Goering ". Elenco di vittime di Civitella e Cornia, didascalie di immagini
    Visualizza scheda

  • Elenco delle cariche ricoperte dagli ufficiali della Divisione corazzata paracadutisti "H.G." all' 1.7.44. Sono riportati i seguenti dati: funzione, grado, cognome, nome, professione, ruolo, anzianità nell'esercito, data di nascita.
    Visualizza scheda

  • Wolf viene sentito come testimone nell'ambito di un procedimento avviato dal Servizio centrale del Land Renania settentrionale- Vestfalia per il perseguimento dei crimini di guerra del nazionalsocialismo presso la Procura di Dortmund, a carico di Wemer GRUN e altri, per omicidio o concorso in omicidio. Oggetto del procedimento è la strage perpetrata il 29 giugno 1944 da appartenenti ad unità della Wehrmacht tedesca nei comuni italiani di Civitella, Cornia e San Pancrazio.
    Visualizza scheda

  • Lorenz viene sentito a carico di Werner GRUN e altri, per omicidio o concorso in omicidio. Oggetto del procedimento è la strage perpetrata il 29 giugno 1944 da appartenenti ad unità della Wehrmacht tedesca nei comuni italiani di Civitella, Cornia e San Pancrazio.
    Visualizza scheda

  • Veltmann viene sentito presso la Procura di Dortmund, a carico di Wemer GRUN e altri, per omicidio o concorso in omicidio riguardo alla strage di Civitella, Cornia, San Pancrazio..
    Visualizza scheda

  • Huhn viene sentito come testimone nell'ambito di un procedimento della sede centrale Nordrhein-Westfalen, riguardo ai crimini di massa nazisti, presso la Procura della Repubblica di Dortmund, contro Werner GRUN causa omicidio, ovvero concorso in omicidio.
    Visualizza scheda

  • Il testimone viene sentito nell'ambito del procedimento della sede centrale Nordrhein-Westfalen, riguardo ai crimini di massa dei nazisti, presso la Procura della Repubblica di Dortmund, contro Werner GRUEN causa omicidio, ovvero concorso in omicidio. Oggetto del procedimento sono i massacri compiuti il 29 giugno 1944 da parte di appartenenti alle unità tedesche della Wehrmacht nei Comuni italiani di Civitella, Cornia e San Pancrazio (Arezzo).
    Visualizza scheda

  • Testimone: Prof. Erwald KOCH Nato il 15.04.1919/ Gross-Pankow Schulzendorfer Str. 4 12526 Berlino. Viene ascoltato come testimone presso la Procura di Dortmund, nell'ambito del processo nell'ufficio centrale della regione Nordrhein-Westfalen, cui scopo è l'indagine sui crimini di massa del nazionalsocialismo. Accusato è Wemer GRUEN ed altri di omicidio e di partecipazione alla strage di Civitella in qualità di complici.
    Visualizza scheda

  • Testimone: Siegfried Krause nato il 14.10.1915 Viene ascoltato come testimone presso la procura di Dortmund, nell' ambito del processo nell' ufficio centrale della regione Nordrhein- Westfalen. Scopo è la elaborazione dei crimini di massa del nazionalsocialismo. Accusato: Wemer GRUEN ed altri di omicidio e di partecipazione all'omicidio in qualità di complice nel massacro compiuto da appartenenti ad unità tedesche della Wehrrnacht il 29 giugno 1944 nei comuni italiani di Civitella, Comia e San Pancrazio (Arezzo).
    Visualizza scheda

  • Il testimone viene sentito nell'ambito del procedimento avviato dal Servizio centrale del Land Renania settentrionale- Vestfalia per il perseguimento dei crimini di guerra del nazionalsocialismo presso la Procura di Dortmund, a carico di Werner GRÙN e altri, per omicidio e concorso in omicidio. Strage di Civitella, Cornia, San Pancrazio.
    Visualizza scheda

  • Sono segnalate le località di Cornia, Gebbia, La Valle, Burrone, Cellere, Solaia, Morgaggiolo, Pian del Pino. Dimensioni mm 296.8x419,9
    Visualizza scheda

  • Nella mappa viene evidenziata la frazione di Cornia e le direttrici verso Siena, Vescovado, Corsano e Rava verso Grosseto.Dimensioni: mm 216,3x293,9
    Visualizza scheda

  • Persona sottoposta alle indagini: PHILIPP Franz Heinrich, nato il 28.06.1921 a Konigsberg (Germania). Descrizione dei fatti contestati: «perché, durante lo stato di guerra tra l'Italia e la Germania, essendo in servizio nelle forze armate tedesche assieme ad altri componenti la Hermann Goering cagionava la morte di numerose persone - oltre 220 (duecentoventi), tra le quali, e in prevalenza, anziani, donne e bambini agendo con crudeltà e premeditazione, usando inoltre violenza sessuale a molte donne e compiendo, infine, scempio di numerosi cadaveri; procedeva inoltre al saccheggio, all'incendio e alla distruzione di oltre (100) cento abitazioni civili, senza esser costretti dalla necessità delle operazioni militari.
    Visualizza scheda

  • Esame testimoniale. Convocato secondo gli accordi alla stazione di Polizia di Delbrììck il testimone WOLF. Segue interrogatorio su come si svolsero i fatti di Civitella
    Visualizza scheda

  • Processo verbale Richiesta di assistenza giudiziaria in materia penale da parte dell'Italia nell'ambito del perseguimento dei crimini di guerra. Rogatoria della Procura Militare della Repubblica presso il Tribunale Militare di La Spezia / Italia del I marzo 2004. Indagato W. Gruen per violenze aggravate e continuate e omicidio di privati nemici nonché saccheggi, incendi, distruzioni o gravi danneggiamenti, aggravati e continuati. Contiene anche l' Istruttoria della Procura di Dortmund a carico di Werner GRUEN e altri ex appartenenti alla Panzerdivision "Hermann Gorlng" per omicidio (strage avvenuta il 29.06.1944 in Civitella/Italia).
    Visualizza scheda

  • Max Josef MILDE, indagato nel procedimento italiano, compare su convocazione del 15 marzo 2004. Gli viene attribuita la responsabilità nella strage del 29 giugno 1944 a Civitella assieme ad altri appartenenti alla Panzerdivision (Divisione corazzata) "Hermann Goring" - fra l'altro componenti anche dei reparti di Polizia militare e della Banda musicale. Nel documento è riportato l'intero interrogatorio.
    Visualizza scheda

  • Il documento riporta l'intero interrogatorio dell'indagato Siegfried BOTTCHER, nato il 28 marzo 1921 in Berlino, residente in Ligusterweg 3, D - 72076 Tubinga, nell'ambito dell'assistenza amministrativa per conto della Procura di Dortmund. E' riportata anche una fotografia dell'imputato risalente al 2001. Al momento della Sentenza di colpevolezza, Bottcher era già morto.
    Visualizza scheda

  • Secondo le informazioni della Procura Militare della Repubblica di La Spezia, l'indagato Wilfried MATTHES avrebbe concorso alla strage del 29 giugno 1944 avvenuta come 'contromisura' tedesca nei paesi di Civitella, Cornia, San Pancrazio. E' riportato nel documento l'intero interrogatorio dell'indagato.
    Visualizza scheda

  • Eisinger dichiara che il giorno dell'eccidio era di guardia agli automezzi e rivide i suoi commilitoni solo alla sera, sconvolti dopo quello che era successo. E' riportato l'intero interrogatorio.
    Visualizza scheda


1 2 3 4 5 < Primo | < Indietro | Avanti > | Ultimo >>

Comune di Civitella in Val di Chiana - 52041 Badia al Pino (AR) Via Settembrini, 21 - Telef. 05754451, Fax 0575445350
E-mail: comune@civichiana.it, PEC civichiana@postacert.toscana.it, IBAN: IT65C0103071451000000135112, CF e PI: 00259290518

Note legali | Privacy

Powered by Artel S.p.a. - http://www.ar-tel.it